Tutti in bici!

In questi giorni estivi non ho scritto, e mi scuso con ogni mio lettore (o pseudo-tale) per aver trascurato il blog, ma se devo essere sincero avevo bisogno di una pausa dal lavoro per ricaricare le pile e ricominciare al meglio il nuovo anno lavorativo (e anche il blog).
A questo punto vi starete aspettando un articolo mio… e qui vi sbagliate!

Per la prima volta SempliceMenteScienza ospiterà un articolo non scritto da me, ma da una cara amica, che chiameremo con lo pseudonimo Asteg.
Sono molto critico nei confronti degli altri scienziati, ma forse per il fatto che la conosco da più di un decennio, non riesco a non nutrire profonda ammirazione per questa carissima amica.
Laureata in Ingegneria Civile, ha fatto il grande salto (quello di cui non ho avuto coraggio o opportunità)  andando a studiare all’estero, tra l’altro in una famosissima università belga.
Non vedo l’ora di vedere i vostri commenti sull’articolo… chissà che non la spronino a scrivere ancora sul mio blog.

Ora non posso che lasciarvi al suo articolo, sperando in altre bellissime collaborazioni.

Sentir parlare di “mobilita’ sostenibile” sembra qualcosa di cosi distante e astratto ma e’ un concetto molto più pratico e terreno di quello che si possa pensare. Non e’ facile cambiare le proprie abitudini, il proprio stile di vita soprattutto quando si vive in una grande città dove le circostanze non ti permettono di trovare una valida alternativa all’utilizzo della macchina e del motorino. C’e’ pero’ un mezzo di trasporto che sta prendendo piega negli ultimi anni e che secondo me e’ un giusto compromesso tra i diversi modi di trasporto presenti: la bicicletta elettrica.
La ricerca ingegneristica (nel campo dei trasporti) sta facendo passi da gigante nello studiare come questo mezzo di trasporto possa favorire la transizione dal mezzo di trasporto privato ad un mezzo “sostenibile”. Ma cosa si intende per mobilita’ sostenibile? Con questo termine intendiamo l’insieme dei mezzi di trasporto in grado di diminuire gli impatti ambientali sociali ed economici generati dai veicoli privati.
E perché proprio la bicicletta elettrica? Quali sono i suoi punti di forza?

  • Riduzione dell’inquinamento
  • Benefici psico-fisici
  • Poter percorrere quelle lunghe distanze non possibili con una bicicletta normale
  • Riduzione della congestione

Immagine

 

Utopia? Non credo.

In un’Italia in cui non si hanno le infrastrutture necessarie a supportare l’utilizzo delle biciclette normali e che quindi non incentivano gli utenti (soprattutto per motivi di sicurezza) ad utilizzarle, la bicicletta elettrica diventa una valida alternativa soprattutto perché utilizzabile da chiunque…Gli sforzi fisici sono nettamente minori rispetto a quelli che vengono fatti utilizzando le bici ordinarie…non c’e’ più il problema di arrivare “sudati” sul posto di lavoro (non c’e’ quindi più la necessita’ di avere degli appositi spogliatoi o docce)…Risparmio notevole a livello di costi e anche di tempo soprattutto nelle piccole-medie distanze.
E’ ovvio si tratta di un completo cambio culturale soprattutto per città in cui questa cultura non c’e’ mai stata…
Diventa praticamente impossibile richiedere un’imminente miglioria delle infrastrutture viarie ma si potrebbe iniziare ad incentivare l’utilizzo delle biciclette elettriche aumentando le postazioni di ricarica (soluzione migliore e’ ricaricare durante le ore lavorative e mentre si e’ a casa), diminuendo i costi di acquisto…e poi, da parte nostra, grande sforzo culturale e apertura mentale verso qualcosa a cui non siamo abituati.

Immagine

 

E’ possibile e io ne sono un esempio.
Venticinque anni della mia vita passati nella città più bella del mondo (Roma) ma anche quella meno adatta a questo tipo di mezzo di trasporto. Da sei mesi vivo in Belgio per motivi lavorativi (dottorato di ricerca nel campo delle bici elettriche J) e ho totalmente cambiato tutte le mie abitudini…niente più macchina,niente più motorino (per dieci anni e’ stato il mio compagno di vita)…solo bici (normale) e non toglietemela vi prego. Non e’ semplice…ma quando ti accorgi che ne guadagni sotto tutti i punti di vista diventa difficile tornare indietro.

Ho preferito un articolo con un approccio meno scientifico e più teorico ma che possa dare a tutti una panoramica del problema. Se ovviamente siete interessati a saperne di più sotto qualsiasi punto di vista non esitate a contattarmi all’e-mail di SempliceMenteScienza (semplicementescienza@yahoo.it).
Sara’ un piacere per me rispondermi e “farvi avvicinare”, per quello che mi e’ possibile, a qualcosa di nuovo che pero’ potrebbe diventare una simpatica realtà!!

Asteg.

 

Annunci

Pubblicato il 13 agosto 2013, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

worldsoutsidereality

«Scientific journalism is too important to be left to journalists» Richard Dawkins

Cavolate in libertà

Nessuna opera che non abbia un carattere goliardico può essere un capolavoro.

Pianeta Musica

"Nulla più della musica ha il poter di evocare un’atmosfera, di accendere un ricordo, di far rivivere un attimo con intensità. Un frammento di musica, può giungerci all’improvviso, cosi come un profumo, mentre camminiamo per strada, e subito un’ondata di ricordi e emozioni si rovescia su di noi. La musica infatti, ci accompagna in ogni momento e in ogni età, costituisce la colonna sonora del film che è la vita."

Il Ragno

Pensieri di una femminista razionalista

Misiòt!

Di tutto un po'...

Bicocca ERP lab

Cognitive Electrophysiology Lab - University of Milan-Bicocca

profnatale

informatica....mente

Baker Street Boy

Il mare è il cimitero del castello d'If

il pianeta delle scimmie

scienza, ambiente, energia, tecnologia

Lampadinaccesa

Blog Scientifico

La Scienza spiegata... SempliceMente!!!

IlaInn

Conoscere il Cosmetico : è un Dovere!

SempliceMenteScienza

La Scienza spiegata... SempliceMente!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: